fbpx

Tag: tutorial

DIY da 5 minuti: il cerchietto arricciato!

Siamo tornate e siamo più cariche che mai!

Sei pronta a ricominciare a cucire? Scaldiamo i motori della nostra Husqvarna Viking e partiamo!

 

Questo progetto è semplicissimo, e potrebbe piacerti per tre motivi:

  • è perfetto per dare un senso a tutti quei ritagli di tessuto che tieni nei cassetti
  • è molto immediato
  • è adatto anche alle meno esperte

Per realizzarlo avrai bisogno di:

5 minuti

5 caramelle gommose per i cali di zuccheri 

1 macchina da cucire (ma puoi arrangiarti anche a mano, niente scuse!)

il cerchietto più brutto che hai!

ago, filo da imbastitura e una striscia di Jersey elasticizzato di alta 20 cm e lunga 40!

 

 

Piega a metà sul diritto la tua striscia di  Jersey e taglia due forme allungate della lunghezza di 40 cm, dove il punto più alto (al centro) sia di 10 e le aperture laterali siano di 2 .

Assembla diritto contro diritto i due “pescetti” che hai appena creato, quindi spilla, imbastisci e cuci tenendoti a 2 cm! 

Gira la fascia sul diritto e inserisci il cerchietto

Poi chiudi le due estremità creando, sull’esterno, due pieghe baciate che fermerai con una cucitura.

Fai sempre attenzione a non urtare il cerchietto con il piedino della macchina da cucire e stai tranquilla:  in questo caso l’elasticità del Jersey ti verrà in aiuto, e ti permetterà di “muoverti” comodamente! 

Se non ti senti sicura alla macchina non preoccuparti: potrai sempre armarti di pazienza e cucire a mano, sarà un’ ottima palestra per le imbastiture del futuro!

Ora portati al centro del cerchietto e arriccia il tessuto fermandolo con un paio di punti a mano; a noi piace che abbia un effetto morbido e romantico, ma, se lo trovi troppo “abbondante” puoi fermarlo arricciandolo anche sui lati!

Tadaaaaan! 

Ecco un accessorio bello come il sole e pronto per essere  indossato!

Noi abbiamo usato un ritaglio della nuova stampa “Cream” che abbiamo disegnato per la primavera della nuova collezione, ti piace? 

Ora dobbiamo rimetterci al lavoro, ma non vediamo l’ora di vedere i tuoi progetti: mettiti all’opera, scrivici o condividi i tuoi progressi con l’ #iocucioconfabrique 

 

E ti senti sola, ricorda: siamo sempre lì con te! 

Con amore 

Elena e Francesca 

 

[DISCLAIMER] nessuna Maestra Cattiva è stata maltrattata nella realizzazione di questo progetto. 

 

DIY orecchini pom-pom

Che Natale sarebbe senza un progetto handmade? Il DIY di oggi è facile, veloce e a costo zero, ed è il nostro regalo per tutte voi.

Gli ingredienti per i vostri nuovi orecchini pom-pom sono solo tre: un paio di orecchini a cerchio di quelli che avrete sicuramente comprato almeno una volta nella vita, gomitoli di lana dei vostri colori preferiti e due ciambelle di cartoncino di 7 cm di diametro.

Dopo aver creato le vostre ciambelle, avvolgetele con il filo di lana: noi abbiamo scelto questo verde per restare in tema, ma potete sperimentare alternando o sovrapponendo colori diversi

 

Una volta ricoperta tutta la ciambella con uno spesso strato di lana, tagliate lungo tutto l’esterno, separate le due ciambelle di 1 cm circa e legatele con un filo e un nodo ben saldo.

Togliete i dischi e sistemate il pom-pom, pareggiando i filo con un paio di forbici; poi fatelo passare nel primo dei vostri orecchini. Ora che siete professioniste, realizzate un altro pom-pom identico per il secondo orecchino.

Et voilà, in pochi  minuti avete creato un accessorio handmade, unico e perfetto anche come idea regalo per le vostre amiche!

Ecco le ultime due indicazioni che vogliamo lasciarvi:

1- gli alberi di Natale, di solito, sono permalosi perciò non stupitevi se il vostro non vi parla più: ora siete addobbate meglio di lui.

2- la pom-pom mania è  molto contagiosa, dopo questo progetto non riuscirete più a smettere.

Siete contente? Non vediamo l’ora di sapere cos’avete combinato, quindi, come sempre, stupiteci con le vostre foto!

 

Buon Natale handmade

Elena e Francesca

Pizza party tutorial: una fila di bandierine per le vostre feste

Il nostro primo tutorial di cucito è un progetto super facile, che vi metterà subito di buon umore.
Se amate la pizza, se adorate le decorazioni impegnative e se nelle vostre avventure handmade avete accumulato quintali di scarti di tessuto, siete nel posto giusto.

Oggi vi spieghiamo come dare un senso a tutti quei ritagli che non volete abbandonare ma non servono a nulla.

Per il vostro festone pizza avrete bisogno di:

ritagli di tessuto di colori vari (meglio se jersey, panno o punto Milano perché non sfilano)
bottoni
un filo di lana o uno spago di almeno 2,5 mt
un foglio A4 per creare il cartamodello
macchina da cucire
ago e filo
spilli

Create il cartamodello disegnando su un foglio A4 un triangolo isoscele con base di 18 cm e altezza di 22 e, dopo aver piazzato il cartamodello su tessuto, tagliate 2 triangoli per ogni fetta di pizza che volete fare (il numero delle fette dipenderà dalla lunghezza del festone e, per ogni fetta avrete bisogno di 2 triangoli: uno triangolo per il davanti, e uno per il retro).

Decorate sul diritto ogni fetta di pizza con ingredienti a vostra scelta: noi abbiamo messo mozzarella di cotone, pomodoro fresco, deliziose olive nere di bottoni, funghetti in panno di lana e rucola in punto Milano. Stupiteci e fatene di tutti i colori!

Dopo aver spillato gli ingredienti su ogni fetta, cuciteli a macchina utilizzando per ogni elemento un filo in tinta. Questa è la parte più noiosa, ma vi assicuriamo che il risultato non vi deluderà!

Ora accoppiate ogni triangolo con il suo retro, spillate i lati obliqui e cuciteli a macchina, tenendovi a 1 cm: poi girate sul diritto ogni fettina e stiratela (se avete scelto un tessuto particolarmente voluminoso potete ribattere i due lati obliqui sul davanti con una cucitura a filo).

Chiudete la base, dopo averla spillata e imbastita e cucite ogni fetta di tessuto sullo spago, tenendo una distanza di almeno 10 cm tra una fetta e l’altra.

Et voilà: vi è piaciuto questo primo tutorial? Ora una fila di adorabili bandierine pizza handmade è pronta ad ornare la vostra cucina, o a colorare le vostre feste!
Ma non è finita qui: questo progetto è versatile e si adatta a molte interpretazioni.
Provatelo anche in modalità bandierina classica, alternando tessuti di colori e fantasie diverse, per un risultato dolcissimo.

3, 2 ,1 via libera alla vostra creatività!