Il 16 dicembre abbiamo aperto ufficialmente la stagione natalizia nel laboratorio gratuito di composizione floreale. Insieme alle nostre ragazze e al nostro prezioso assistente Martino abbiamo reinterpretato un classico della tradizione: la ghirlanda da appendere.

Le richieste sono state tante ma il numero di partecipanti, come sapete, è sempre chiuso ad un massimo di sei. Per accontentare tutte voi che non siete riuscite a prenotarvi in tempo, ecco il racconto di questa giornata speciale, tra chiacchiere, tè nero e caramelle gommose.

 

Questo è un progetto a costo zero, velocissimo e di grande effetto; potete utilizzare  le piante che preferite, purché i rami siano resistenti e flessibili: noi abbiamo scelto Edera, Agrifoglio, Vite Americana, Nandina e Gelsomino.

Per creare la vostra ghirlanda vi serviranno anche:

  • un tondo per dare forma e dimensione alla ghirlanda (un vaso andr√† benissimo)
  • un gomitolo di lana
  • forbici
  • ritagli di tessuto per decorare
  • spago

Per prima cosa accoppiate due rami di edera lunghi e flessibili, fateli passare attorno al vaso che userete per dare forma alla ghirlanda; poi fermatela con uno spago.

Immaginate la ghirlanda come un orologio, e procedete fermando con lo spago a ore 3.00, 6.00, 9.00 e 12.00.

Continuate a inserire e alternare i rametti, fermandoli di volta in volta.

Terminata questa fase iniziate a decorare¬†annodando i piccoli ritagli di tessuto per nascondere lo spago proprio come ha fatto Stefania, che non ha perso l’occasione di dedicare la ghirlanda ai suoi inseparabili levrieri Boris e Laila.

 

A breve vi sveleremo la programmazione 2018, con tante nuove attività, corsi, workshop e laboratori gratuiti: seguiteci e scoprirete tutte le novità che abbiamo pensato per voi!

E ricordate di mandarci le foto delle vostre ghirlande, siamo curiosissime!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *